Il distanziamento sociale dettato dal coronavirus non chiude anche i cuori, come dimostra la classe IIIH del Liceo Scienze Umane op. Economico Sociale,

 che ha contribuito a donare generi di prima necessità a “Casa della Speranza" di Riposto, associazione che cura i bisogni di persone sole e/o vulnerabili. Nel consegnare i doni, poche parole: i volti semicoperti dalle mascherine ma gli occhi felici di chi, donando riceve gioia.